La principessa che credeva nelle Favole

Print

 

Come liberarsi del proprio principe azzurro.

Il libro racconta la storia della principessa Victoria che crede nelle favole. E come ogni favola che si rispetti Victoria sogna di incontrare il suo principe azzurro al quale donare tutta sé stessa e mettere la propria vita nelle sue mani.

Ogni giorno pregusta il momento in cui lo incontrerà e sarà finalmente felice. Il principe finalmente compare nella vita di Victoria e la principessa si sente al settimo cielo.  Ma come accade a molte donne, che siano principesse o meno, il sogno si trasforma in un incubo. Dopo il sontuoso matrimonio il principe alterna momenti di dolcezza a momenti di ira immotivata, nel corso dei quali denigra in modo spietato la moglie.

Al momento Victoria rimane interdetta, non riesce a comprendere come nel suo amato sposo possano coesistere il dott. Sorriso e il sig. Nascosto. Pensa quindi di dover correggere sé stessa, si sa le principesse devono essere perfette in tutto. Ma per quanti sforzi facesse per accontentare il principe, questi trovava sempre l’occasione per lagnarsi e litigare furiosamente.

Visti vani tutti i suoi sforzi Victoria, sentendosi sempre più sola, infelice e soprattutto ferita dalla persona che amava sopra ogni altra, decide di allontanarsi da casa e intraprendere un viaggio alla scoperta di sé stessa lungo il sentiero della verità. Ad aiutarla in questo difficile viaggio le si affianca uno strano personaggio, un gufo parlante che si fa chiamare dott. Henry Herbert Hoot, medico dei cuori spezzati.

Il curioso dottore mette subito in chiaro che lui può aiutarla a sistemare molte cose e a metterne a posto altre, ma la guarigione dipende solo da lei. Nonostante le numerose perplessità, Victoria decide di seguire lo strano dottore. Si incamminano lungo il sentiero della verità. La verità è la medicina migliore, ricorri a lei il più possibile,con la massima frequenza, le consiglia Doc. Lentamente Victoria comincia a comprendere che deve imparare ad accettare ciò che non può cambiare, senza che questo significhi paralizzarsi, ma trovare modi alternativi di reagire.

Non può cambiare il suo principe, ma deve imparare a fare scelte che la preservino dall’ammalarsi. Scopre che le favole possono diventare realtà, ma spesso sono diverse da come le immaginiamo all’inizio. Il viaggio continua nel mare delle emozioni dove Victoria comprende che spesso le presunte scialuppe di salvataggio non sono idonee a salvarla dall’annegamento, a volte bisogna smettere di stare aggrappati e muoversi e che l’unica sicurezza durevole  sulla quale può sempre contare è la  consapevolezza che è in grado di prendersi cura di sé stessa.

Victoria contatta la propria paura che le ha impedito di vedere che le soluzioni sono a portata di mano e spesso sono ovvie. Impara a nuotare e si salva da naufragio. Le tappe successive la portano nella terra delle illusioni dove Victoria apprende che deve seguire il proprio cuore e non affidarsi alle convinzioni di qualcun altro per evitare di perdersi nella nebbia che invade la terra delle illusioni. Doc la porta nella parte più difficile del viaggio: il viale dei ricordi.

Assiste così alla rappresentazione scenica della storia dei suoi genitori e della propria. Victoria rivive eventi dolorosi che la fanno singhiozzare, ma ben presto questo sentimento cede il posto alla rabbia verso i propri genitori che volevano imporre il loro codice reale senza accettare così come era, poi si arrabbia con sé stessa per non aver reagito ed accettato tutto senza alzare un dito.

Dovrà imparare che spesso l’amore dei genitori per i figli non impedisce che questi commettano errori gravi come impedire di esprimere le proprie emozioni. Nella valle della perfezione Victoria impara che la perfezione è negli occhi di chi guarda ed è il riflesso di ciò che pensiamo di noi stessi, rivede tutte quelle imperfezioni che aveva cercato di correggere e che si sono rivelati punti di forza del suo carattere. Il viaggio termina con la lettura della Pergamena Sacra. Victoria dopo il viaggio si sente rigenerata e pronta per iniziare a vivere.
Considero questo libro nutrimento per il cuore e la mente adatto a coloro che amano incamminarsi lungo il sentiero della verità per giungere alla valle della felicità.

Corso per genitori

Inizio Novembre 2016

Sostegno coppie di separati